La Dieta più efficace esiste?

Esiste la dieta più efficace?

Come Nutrizionista a Roma è una domanda che spesso mi viene rivolta.
Tutte le diete possono essere efficaci, dipende da cosa si intende per efficacia. Ad esempio se si intende il massimo risultato di perdita di peso nel minimo tempo allora possiamo dire che tra le diete più efficaci possiamo annoverare le iperproteiche, ma attenzione ho detto perdita di peso il che non è sempre sinonimo di dimagrimento. Infatti è possibile perdere peso anche bevendo acqua oligominerale ma in questo caso perderemmo liquidi e non grassi oppure usando un lassativo o alimenti con questo effetto svuoteremmo l’intestino con conseguente perdita di peso ma questo non è un dimagrimento. Per dimagrimento intendo riduzione del grasso in valore assoluto e non in percentuale. Con l’esempio precedente perdendo liquidi o massa magra, in percentuale avremmo un peggioramento della composizione corporea, quindi al contrario aumentando i liquidi avremmo un miglioramento in percentuale della composizione. Per efficacia è preferibile parlare delle diete che riducono il grasso corporeo e per questo c’è un limite organico che è indipendentemente dalle dieta, a meno che non si adoperino diete fortemente ipocaloriche che possono portare addirittura alla denutrizione. Ma se parliamo di diete con un deficit raccomandato di 500 Calorie al giorno, che è il sistema che adopero io come Nutrizionista a Roma, allora possiamo verificare che tutte le diete equilibrate hanno lo stesso risultato e quindi conta di più l’aderenza alla dieta. A questo punto la palla sembra passare al paziente che esegue la dieta, tuttavia la sua compliance dipende dalla fiducia che questo ha del professionista che ha consegnato la dieta e dal rapporto che si instaura di collaborazione. Ma parliamo ora di un’altro aspetto dell’efficacia e cioè del mantenimento del risultato a lungo termine. Oggi sappiamo che le diete che fanno perdere più velocemente il peso sono quelle che più rapidamente vedono un recupero del peso entro un anno, per la maggior parte entro pochi mesi. Questo perché le perdite di liquidi o lo svuotamento intestinale di cui parlavamo prima vengono riequilibrati in poco tempo mentre le diete drastiche non possono essere seguite nel lungo termine cosicché verranno abbandonate con senso di inadeguatezza e si ritornerà facilmente alle abitudini che precedentemente hanno portato al sovrappeso. Occorre quindi che il Nutrizionista, nell’organizzare una dieta, dia uno sguardo al futuro cercando durante la terapia di modificare le abitudini che hanno portato al sovrappeso. La dieta deve essere un nuovo regime alimentare accettato dal paziente come nuova abitudine e per questo deve essere umana, flessibile e con l’obiettivo di mantenerla nel tempo. 

 

È vero che dimagrendo la motivazione aumenta?

Molto spesso mi viene fatta la richiesta, come Nutrizionista a Roma, di una dieta con una perdita di peso veloce che possa fornire motivazione nel proseguirla. In realtà la motivazione non viene fornita da una perdita rapida del peso appunto perché questo andamento non può essere mantenuto fino alla fine e ciò comporterà una perdita conseguente della motivazione. Generalmente chiedo ai miei pazienti se hanno avuto in passato perdite veloci del peso e se infine sono venuti da me c’è stato sicuramente un recupero. Quindi quella perdita rapida non ha motivato una successiva perdita, né addirittura il mantenimento dei risultati. La verità è che la motivazione va al di là del numero dei chili persi al mese ma dipende dalla percezione del rischio di mantenere le vecchie abitudini, il rischio per la propria salute di mantenere un peso elevato, la fiducia verso il vostro Nutrizionista, quanto il terapeuta riesca a  convincere  il paziente della bontà del cambiamento.

 

Si può dimagrire da soli?

Certamente è possibile ma è più difficile, e generalmente sono perdite di pochi chili. Difficilmente è possibile perdere 10-20 o 40 chili da soli proprio perché l’essere umano tende ad essere indulgente con se stesso nel tempo mentre se si ha qualcuno a cui dar conto la terapia funziona meglio.

 

Qual’è l’aspetto più importante che il paziente deve tenere presente se vuole iniziare un percorso di dimagrimento seguito da un Nutrizionista?

Deve abbandonare le proprie convinzioni, alle volte basate sulla ricerca su internet, a favore di quelle introdotte dal Nutrizionista. Chi presume di saperne di più dello specialista che ha di fronte di certo neanche inizierà la dieta che come abbiamo visto è solo uno strumento iniziale, perché il percorso è quello relativo al cambiamento delle abitudini di cui il Nutrizionista vi dovrà convincere. Pensare con le ricerche su internet di sapere di più di chi ha studiato, superato esami e conseguito una laurea con abilitazione all’attività, significa perdere tempo nel prendere un appuntamento. Il primo passo quindi è quello di entrare in studio pensando che il  Nutrizionista vi dirà cose diverse e in contrasto con le vostre convinzioni proprio perché queste convinzioni non hanno portato a risultati, altrimenti non sareste ora li. Tutto questo lo troverete nel mio studio di Roma Nutrizionista dott. Alberto Buttari

Informazioni contatto

Dr. Alberto Buttari
Piazza dei Re di Roma – San Giovanni: Via Pistoia 42, zona piazza San Giovanni.
Tel: 39 3358262881
dott Buttari

Cerca